+39 335 7077686 | +33 (0) 677 226 136 |

Sondaggi geognosticiQuando in un terreno è necessario identificare in dettaglio la successione stratigrafica occorre eseguire una perforazione di sondaggio a carotaggio continuo. Le carote estratte nel corso del sondaggio sono sistemate in apposite cassette catalogatrici (in legno, metallo o plastica), munite di scomparti divisori e coperchio apribile a cerniera.

Le cassette devono essere conservate, per tutto il tempo necessario, al riparo dagli agenti atmosferici. La tecnica di perforazione attualmente piu utilizzata per i sondaggi a carotaggio continuo è quella a rotazone. ll terreno è perforato da un utensile spinto e fatto ruotare rediante una batteria di aste.

L'utensile di perforazione è un tubo di acciaio (carotiere) munito all'estremità di una corona tagliente di materiale adeguato. Per evitare che il terreno campionato venga a contatto con la parte rotante e sia almeno parzialmente protetto dal dilavamento del fluido di circolazione, il cui impiego si rende talvolta necessario per I'esecuzione del foro, possono utilizarsi carotieri a parete doppia, di cui solo quella esterna ruota.

ll diametro dei fori di sondaggio è in genere compreso tra 75 e 150 mm. Per assicurare la stabilità della parete e del fondo del foro, ove necessario, si utiliza una batteria di tubi di rivestimento oppure un fluido costituito in genere di una miscela di acqua e bentonite (in percentuale del 3-5%).

La bentonite è un'argilla di origine vulcanica molto plastica. ll fango bentonitico è caratterizato da un peso di volume di poco superiore a quello dell'acqua e da tixotropia, ovvero da una viscosità molto elevata in stato di quiete e molto minore in stato di moto.

Tali caratteristiche rendono il fango bentonitlco particolarmente adatto non solo a sostenere le pareti e il fondo degli scavi durante I'esecuzione, ad esempio, di pali trivellati e di diaframmi ma anche a svolgere una funzione di trasporto del roteriale scavato.

Mantenendo il livello del fango superiore a quello della falda si impedisce l'entrata dell'acqua nel foro e se ne assicura la stabilità. Tuttavia sulla superficie del foro viene a formarsi una pellicola impermeabile che non consente l'esecuzione di prove di permeabilità e di misure piezoretriche.

I risultati di una perforazione di sondaggio vengono riportati in una scheda stratigrafica dove, oltre ai dati generali relativi al cantiere e alle attrezzature impiegate, è rappresentata graficamente la successione degli strati con la descrizione di ciascuno di essi, la profondità della falda, Ia profondità dei campioni estratti, la profondità ed i risultati delle prove eseguite nel corso della perforazione.